LIGHTBULL CHARGING WALL STREET

Toro di luce esposta per la prima volta in Triennale Milano, anno 2012

LIGHTBULL CHARGING WALL STREET, Toro di luce Liberamente ispirato al famoso Charging Bull, il “toro all’attacco” che ha adornato la piazza di Bowling Green, nei pressi di Wall Street a New York City, ne ripropone le massicce dimensioni e l’aggressiva postura, stravolgendone però il più profondo significato. Il Toro in bronzo fu difatti installato dall’Autore, uno scultore italiano, con l’esplicito intento di simboleggiare la forza, il potere e la speranza del popolo americano che aveva consentito agli USA di risollevarsi dopo il crack finanziario del1987.; oggi però viene da molti considerato il simbolo stesso di Wall Street e di ciò che essa rappresenta agli occhi delle persone comuni.Considerato l’attuale contesto socio-economico e il costante fiorire di movimenti di contestazione pacifica, come Occupy Wall Street, nato per denunciare gli abusi del capitalismo finanziario, l’opera di Simone D’Auria vuole ergersi a simbolo estetico e filosofico di una nuova e crescente fiducia dei popoli verso la capacità di sconfiggere il buio dei tempi di crisi, illuminando(letteralmente) il proprio futuro grazie alla forza (simboleggiata dalle forme del toro) che nasce dal saper fare fronte comune e dall’avere come obiettivo non il bene del singolo individuo ma l’interesse della collettività. Le screpolature della superficie del toro consentono alla luce interna, che rappresenta la coscienza sciale comune, di filtrare attraverso la corazza e irradiare così speranza agli occhi di chi la osserva.